Voglia di… cheesecake leggera alle ciliegie!


Inutile tergiversare… la prova costume è alle porte (per chi, come me, non è ancora stato in spiaggia quest’estate) oppure è già arrivata! E voi? L’avete superata?
Io personalmente mi ritengo “rimandata”. Non a settembre, ovvio, sarebbe troppo tardi! Ma almeno fino alla prossima gita al mare… Quindi, perché buttare via i sacrifici (ma quali???) di un inverno per un attacco di golosità?

Succede che, per cause ancora da chiarire, mi ritrovo con quasi 2 kg di ciliegie e decisamente non posso mangiarle tutte! Ma che dico? Certo che posso mangiarle! Solo che poi mi verrà un bel mal di pancia!

20140617-141442-51282344

Queste ciliegie capitano però a fagiolo: è da un po’ che ho voglia di preparare una cheesecake senza cottura a basso contenuto di grassi. Preparerò quindi una composta per farcire il mio dolce!

…ad ogni modo, nulla è dietetico e nulla fa ingrassare: quello che conta è non ingozzarsi!

IMG_7717

………………………………………….

Cheesecake leggera e senza cottura alle ciliegie

Per preparare la cheesecake alle ciliegie servono:
200 grammi di biscotti frollini
80 grammi di burro
250 grammi di ricotta fresca
400 grammi di philadelphia light
due cucchiai di latte
50 grammi di zucchero a velo
3 cucchiai di zucchero di canna
1 bustina di vanillina
2 fogli di gelatina
200 grammi di ciliegie

Frullate i biscotti con il mixer fino ad ottenere una polvere di briciole. Nel frattempo, fate sciogliere a bagnomaria il burro ed unitelo ai biscotti, sempre nel mixer. Frullate ancora per un po’, finché non si sarà creato un composto omogeneo.
Foderate uno stampo a cerniera con della carta da forno e versate il composto di briciole e burro sul fondo, cercando di premerlo il più possibile con l’aiuto di un cucchiaio. Mettete quindi in frigorifero per almeno mezz’ora.
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda e nel frattempo, in una terrina capiente, ammorbidite il philadelphia e incorporate lo zucchero setacciato e la vanillina.
Scaldate il latte in un pentolino senza portare a bollore e aggiungete la gelatina ben strizzata. Mescolate bene, lasciate raffreddare e quindi incorporate alla crema di philadelphia. Aggiungete quindi la ricotta e mescolate bene, finché si sarà creata una crema priva di grumi.
Versate la crema ottenuta sulla base di biscotti e riponete in frigo per altre tre ore.
Successivamente, lavate le ciliegie, tagliatele a metà ed eliminate il nocciolo. Mettetele in una padella con tre cucchiai di zucchero di canna e portate a bollore. Cuocete per una quindicina di minuti, mescolando con cura, in modo da non far bruciare la composta. Passate quindi al frullatore, assaggiate ed eventualmente aggiustate di zucchero, secondo i vostri gusti.
Aspettate che si raffreddi la composta e guarnite la cheesecake. Fate riposare in frigorifero per almeno mezz’ora, quindi servite!

Di questa cheesecake, potrete assaggiarne una fettina un po’ più grande! Buon appetito!

IMG_7716

Annunci

Un esercito di omini di pan di zenzero per dare il benvenuto al 2014


A volte penso proprio di essere prevedibile… Sì, perché la maggior parte dei regali di Natale ricevuti quest’anno riguardavano cibo e cucina! Tra i regali più simpatici, ho ricevuto una confezione di preparato per biscotti di Pan di Zenzero!

A volte mi ritrovo ad essere un po’ scettica di fronte e tutto quanto è già pronto ed inscatolato, ma – diciamoci la verità – spesso queste buste già pronte son tanto comode e veloci. Le trovi al supermercato e… zac, afferri la busta e non ti devi nemmeno curare di reperire gli ingredienti e di seguire le dosi: è già tutto pronto! Le uniche cose che restano da aggiungere sono gli ingredienti freschi e un po’ di buona volontà (senza quella, si fa gran poco…)! Oltre a questo, spesso possono essere un forte incentivo a provare nuove ricette. Nel mio caso, forse non avrei mai provato a preparare degli omini di pan di zenzero!

IMG_6394

Eccomi qui a parlarvi quindi della mia divertente esperienza nel preparare gli omini di pan di zenzero!

Premetto che questa non è una collaborazione, che non sono stata pagata né omaggiata di alcun prodotto con la finalità di “fare pubblicità” a Molino Rossetto, ma si tratta semplicemente del racconto della mia esperienza nell’utilizzo di questo preparato!

Partiamo dall’inizio. La busta include:

  • un preparato a base di farina, zucchero e lievito
  • un piccola confezione contenente il mix di spezie (zenzero, cannella, noce moscata)
  • una bustina di confettini (tipo smarties) per la decorazione
  • un tagliabiscotti riutilizzabile da conservare (il che non è affatto male!)

Gli ingredienti freschi da aggiungere e da procurare separatamente sono:

  • 100 grammi di burro
  • 1 uovo medio
  • 30 grammi di zucchero a velo

IMG_6377

Per la preparazione dei biscotti, è sufficiente amalgamare il mix di farina/lievito/zucchero con il burro ammorbidito e il tuorlo, fino ad ottenere un impasto omogeneo (operazione che richiede non più di 5 minuti, come riportato sulla confezione) e lasciar quindi riposare in frigorifero per una ventina di minuti, passati i quali si stende la pasta e si può iniziare a ritagliare gli omini con il tagliabiscotti.

Qui però iniziano le prime difficoltà: nella confezione non è indicato quanto deve essere spessa la pasta prima di essere tagliata, né all’incirca quanti biscotti si otterranno con l’utilizzo del preparato di una confezione. La stendo inizialmente a circa 2,5 millimetri, per poi ritrovarmi però con una schiera di omini con la testa mozzata. Successivamente, stendendola a 4,5-5 millimetri riesco a lavorare meglio.

Inforno quindi a 180° per 12 minuti. La cucina è invasa da un forte odore di spezie. Subito mi chiedo che gusto avranno i miei omini…

Una volta sfornati, gli omini sono ancora un po’ mollicci, ma dopo un paio di minuti di riposo sopra una griglia si induriscono. Attenzione comunque: sono sempre molto friabili e, senza la dovuta cautela, maneggiandoli rischiate di romperli facilmente!

Il bello arriva nel momento di decorarli. Mescolo 30 grammi di zucchero a velo con un cucchiaino e mezzo di albume d’uovo. Ovviamente le quantità sono un po’ troppo esigue per poter utilizzare una sac à poche come le persone serie, quindi mi diletto con uno stecchino, come una bravissima principiante. Aiutandomi con la glassa, attacco i confettini sugli omini, per delineare naso e bottoni, quindi disegno con la glassa bocca, occhi e qualche altra decorazione.
Peccato che nella confezione non ci fosse scritto che, per decorarli, una persona non necessariamente abilissima ci avrebbe impiegato un’altra mezz’ora abbondante!

IMG_6381

A livello estetico, il risultato non è dei migliori, ma spero potrete perdonare la mia scarsa manualità: con la pratica mi auguro di migliorare! Per quanto riguarda invece il sapore, devo dire che sono pienamente soddisfatta!

IMG_6382

Con i miei simpatici omini di pan di zenzero, auguro a tutti voi un felice e radioso 2014, ricco di fortuna, salute e di desideri esauditi!

IMG_6438

Cheesecake fredda alle more, prima che arrivi l’autunno!


Ultimamente sto trascurando il blog, lo so… E il bello è che ho un sacco di ricettine, recensioni, post in cantiere, che però purtroppo non trovo il tempo per completare!

Questa ricetta però devo assolutamente postarla prima dell’arrivo dell’autunno, finché è ancora piacevole assaporare un dolce cremoso appena uscito dal frigo e prima che si ritorni ad accendere il forno per preparare le torte!

Quest’estate, tra i vari esperimenti, mi sono cimentata per la prima volta anche nella preparazione della cheesecakeo del cheesecake? E’ maschile o femminile?
Genere a parte, la cheesecake è sicuramente il dessert più famoso proveniente dagli Stati Uniti e certamente deve la sua fama alla facilità e velocità nella preparazione, combinata ad un gusto delizioso! Occorre però fare attenzione alle porzioni: la cheesecake è decisamente calorica! La prossima sfida sarà cercare di declinarla in una versione light, per essere legittimata a mangiarne a più non posso!

2013.08.20_004

……………………………..

Cheesecake fredda alle more:

Per preparare la cheesecake alle more servono:
200 grammi di biscotti frollini
100 grammi di burro
200 ml panna da montare già zuccherata
450 grammi di philadelphia
50 grammi di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
2 fogli di gelatina
200 grammi di more

2013.08.20_007

Mettete i biscotti in un sacchetto o in un panno di stoffa pulito e riduceteli in briciole sottili con un batticarne o con il mattarello; in alternativa, potete anche passarli nel mixer: scegliete la soluzione che vi è più comoda. Nel frattempo, fate sciogliere il burro a bagnomaria, quindi versate le briciole ed il burro in una terrina ed amalgamate bene.
Foderate uno stampo a cerniera con della carta da forno e versate il composto di briciole e burro sul fondo, cercando di premerlo il più possibile con l’aiuto di un cucchiaio. Mettete quindi in frigorifero per almeno mezz’ora.
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda e nel frattempo, in una terrina capiente, ammorbidite il philadelphia e incorporate lo zucchero setacciato e la vanillina.
Scaldate tre cucchiai di panna in un pentolino senza portare a bollore e aggiungete la gelatina ben strizzata. Mescolate bene, lasciate raffreddare e quindi incorporate alla crema di philadelphia. Montate quindi la panna e incorporatela al composto cremoso, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarla.
Versate la crema ottenuta sulla base di biscotti e riponete in frigo per altre tre ore almeno.
Successivamente, lavate le more e mettetene da parte alcune per la decorazione. Versate le restanti in una padellina, insieme a tre cucchiai di zucchero a velo e lasciate cuocere a fuoco molto basso per una decina di minuti, o almeno finché si sarà creata una marmellatina poco densa. Aggiungete zucchero se necessario, quindi versate sopra lo strato di crema. Lasciate riposare per un’altra mezz’ora e quindi servite!

Buon appetito!

2013.08.20_008

Cerchi un altro dolce fresco? Prova la meringata alla frutta, il tiramisù o la zuppa inglese!

20130626-143455.jpg20130408-163207.jpg20130405-014425.jpg