Cena di San Valentino alla Taverna degli Artisti


Nel centro storico di Cittadella (in provincia di Padova), all’interno di un grazioso cortiletto quasi nascosto tra le strette viuzze, c’è un piccolo ristorantino che vale la pena visitare per un pranzo o una cena: la Taverna degli Artisti. Pur avendone spesso sentito parlare molto bene, non avevo mai avuto occasione di provare di persona la cucina di questo locale.
L’occasione si è presentata a San Valentino, quando, per festeggiare con il mio fidanzato, abbiamo scelto questo posticino speciale.

Immagine tratta dal sito web del locale

Lo stile del locale, nella vivacità e semplicità dell’arredo, ricorda le vecchie trattorie di un tempo: pareti con mattoni a vista, quadri alle pareti (il locale era un tempo destinato alle esposizioni d’arte), una lavagna dove viene riportato il menu o la carta dei vini e un delizioso angolo (il negozietto degli artisti) dedicato alla vendita di vini, pasta, olio e conserve, oltre al liquore tipico del locale: il latte di gallina. Perché, come diceva il famoso gastronomo francese Brillat Savarin, “nessun piatto sarà mai migliore del peggiore dei suoi ingredienti”.

Se infatti, ad una lettura distratta, il menu potrebbe sembrare quello di una qualsiasi trattoria, ciò che fa invece la differenza alla Taverna degli artisti è proprio la cura amorevole nella scelta di ingredienti di qualità, combinati tra di loro in modo originale, alla ricerca di nuovi sapori ed esperienze gustative.

Il menu di San Valentino, prevedeva due antipasti: Burrata di Andria con pomodorini confit, acciuga del Cantabrico e sedano croccante e Manzo “Cecina de Leon” con crostini di pane ai cereali, insalatina e il ristretto di mango e frutto della passione.
A seguire, i due primi piatti: Crema di ceci profumata all’ alloro, con polipo scottato all’olio del Garda e Tortelli ai broccoletti Bassanesi e Morlacco del Grappa, con burro di Malga e mandorle Armelline tostate, che io ho particolarmente apprezzato.
Il secondo prevedeva Sottopaletta di vitello al forno ai funghi Cardoncelli, con radicchio gratinato e la polenta Biancoperla, aromatizzata con un mix di spezie.
Per finire, un’abbondante fetta di Torta “Frangipane” al cioccolato.
Assieme al caffè sono infine stati serviti il Latte di Gallina, accompagnato da cioccolatini, macarons e pezzettini di pinza, tutti a base del liquore stesso (che vedete nella foto qui sotto).
Ogni piatto era accompagnato da vini del territorio, che ci sono stati illustrati dalla sommelier.

Taverna degli Artisti
via Mura rotta, 9 – Cittadella (Padova)
tel: 049 940 23 17
web: www.tavernadegliartisti.it

Annunci

San Valentino by Alajmo!


Vi piacerebbe stupire il vostro amato o la vostra amata con una sorpresa per il palato?
La famiglia Alajmo ha pensato a ben tre modi per celebrare la festa degli innamorati.

Festeggiamo con una dolce coccola! La Torta Favolosa a base di crema al mascarpone, nocciole, caffè e cardamomo con cuori di cioccolato è la soluzione più semplice ma sicuramente d’effetto. Una porzione per due persone, da condividere in dolcezza! La trovate in vendita al Calandrino. La torta ha un costo di 14 euro e può essere prenotata fino a mercoledì 12 febbraio, telefondando allo 049 630303 oppure via mail scrivendo a calandrino@alajmo.it.

unnamed

Se invece desiderate festeggiare con un menu completo, potete scegliere la Love Bag, un kit per preparare una romantica cena. La Love Bag comprende:
– Ricciola di fondale in olio cottura con salsa al curry, rapa rossa e ortaggi croccanti
– Zuppa di pesce con ravioli di polpo, patate e prezzemolo
– Carré di agnello in crosta all’estragone con carciofi gratinati
– Torta favolosa
– Una bottiglia di Champagne Bouzy Brut Paul Louis Martin

La Love Bag per due persone ha un costo di 150 euro e può essere prenotata fino a mercoledì 12 febbraio, telefonando al numero 049 635366 oppure via mail a in.gredienti@alajmo.it.

Volete invece rilassarvi e godervi la serata senza alcun impegno? Prenotate la vostra cena in uno dei ristoranti Alajmo. Io vi consiglio La Montecchia, ai piedi dei Colli Euganei (se ve la siete persa, andate a leggere la mia recensione)!

Buon San Valentino!

Idee per il menu di San Valentino: non è mai troppo presto per organizzarsi!


San Valentino si avvicina e non è mai troppo presto per iniziare a pianificare il menu. In un’occasione del genere, è meglio non lasciare nulla al caso, procurarsi gli ingredienti per tempo e magari già provare le ricette in anticipo. Non vorremmo mica rischiare di fare una figuraccia davanti all’uomo o la donna dei nostri sogni, no? Il menu che vi propongo è composto da piatti semplici ma di effetto, che possono essere preparati in anticipo, in modo da riuscire a dedicare più tempo al vostro amato o alla vostra amata. Come appetizer, vi propongo le mie rotelline alle erbette, che possono essere accompagnate da un vino bianco leggero e frizzante, come ad esempio il Soave spumante.

Come prima portata, riso venere con gamberetti e zucchine, che gli antichi decantavano per le virtù afrodisiache. Anche questo piatto può essere preparato in anticipo e tenuto al caldo in un’ampia padella. Se invece disponete di più tempo, potete sbizzarrirvi e stupire il vostro amato con un abbinamento insolito, nel risotto con fragole e gamberetti.


Un secondo di pesce, anch’esso velocissimo da preparare, le cozze alla birra belga accompagnate da un bel piatto di patatine fritte.

Per finire in dolcezza, cosa c’è di più adatto a festeggiare San Valentino del cioccolato? Il vostro lui o la vostra lei si “scioglieranno”, come l’interno del tortino cuore cioccolato. Anch’esso può essere preparato in giornata e lasciato in frigorifero oppure addirittura in freezer (nel caso in cui si voglia giocare ancor più di anticipo). Per accompagnarlo, vi consiglio un buon Torcolato di Breganze.

Se avete ancora voglia di cioccolato, potete accompagnare il caffè con dei pasticcini al cacao.
Anche l’occhio però vuole la sua parte. Per decorare la tavola, potete realizzare dei romantici segnaposto, come ad esempio dei portatovaglioli in pannolenci o dei biglietti con i vostri nomi.  

Buon San Valentino!

Primi esperimenti DYI… il biglietto per San Valentino!


Quando ero piccola, mi piaceva molto impegnare il mio tempo con lavoretti manuali: cucivo i vestiti per le mie bambole, disegnavo bigliettini, costruivo fiori ed animaletti con la plastilina…
Crescendo, la quantità delle creazioni è andata diminuendo, fin quasi a scomparire, da un lato per la mancanza di tempo, dall’altro per i risultati a volte non del tutto soddisfacenti!

Ultimamente, complice l’ingresso nel mondo creativo dei blog e le innumerevoli idee che si possono trovare su Pinterest, ho ricominciato a sbizzarrirmi con qualche piccolo lavoretto handmade.

Ciò di cui vi voglio parlare oggi è un bigliettino chiudipacco che ho creato a Natale (probabilmente già l’avete visto in questo altro post), ma che può tornare utile per i prossimi regali di San Valentino.

Che cosa vi serve per prepararlo?
un cartoncino color “carta da pacco”
due etichette salvabuchi di colore a contrasto
20 centimetri di spago per arrosti
una perforatrice
un ago
una pezza di pannolenci rosso
filo per cucire bianco

Ritagliate il bigliettino nel cartoncino. Un’ottima misura può essere 4×7 cm, ma basatevi sulle vostre esigenze, sulle dimensioni del pacco al quale volete associare il biglietto (non deve essere sproporzionato), sulla quantità di testo che poi andrete a scrivere sul retro del biglietto.
Nel caso in cui non riusciate a trovare del cartoncino di questo colore, potete anche ricoprire del cartoncino leggero bianco con della carta da pacchi.
Tagliate gli angoli di uno dei lati corti, come nell’immagine e, sempre dallo stesso lato, praticate un foro con la perforatrice. Su ambo i lati del buco, incollate un’etichetta salvabuchi. Servirà a rinforzare il buco e, nel caso in cui sia di colore a contrasto con il cartoncino, sarà anche coreografica.
Tagliate due cuoricini nel pannolenci e cuciteli tra di loro con dei punti semplici con un filo bianco o comunque un colore a contrasto. Incollate il cuore sul biglietto con della colla vinilica o della colla resistente. Se volete scrivere un messaggio sul retro del biglietto, sarà opportuno incollare il cuore in pannolenci solo in un secondo momento.
Come ultima operazione, legate il biglietto al pacco con lo spago per arrosti.

Ecco pronto il vostro romantico biglietto di San Valentino!

Per i più sdolcinati, romantici portatovaglioli di San Valentino!


Finisce sempre che mi dimentico delle idee geniali, quindi meglio annotarle subito!
Ecco la foto del carinissimo portatovaglioli in pannolenci che ho trovato al ristorante per la cena di San Valentino. Mi è venuta una gran voglia di correre a comprare metri di pannolenci!

20130215-005114