Cheesecake fredda alle more, prima che arrivi l’autunno!


Ultimamente sto trascurando il blog, lo so… E il bello è che ho un sacco di ricettine, recensioni, post in cantiere, che però purtroppo non trovo il tempo per completare!

Questa ricetta però devo assolutamente postarla prima dell’arrivo dell’autunno, finché è ancora piacevole assaporare un dolce cremoso appena uscito dal frigo e prima che si ritorni ad accendere il forno per preparare le torte!

Quest’estate, tra i vari esperimenti, mi sono cimentata per la prima volta anche nella preparazione della cheesecakeo del cheesecake? E’ maschile o femminile?
Genere a parte, la cheesecake è sicuramente il dessert più famoso proveniente dagli Stati Uniti e certamente deve la sua fama alla facilità e velocità nella preparazione, combinata ad un gusto delizioso! Occorre però fare attenzione alle porzioni: la cheesecake è decisamente calorica! La prossima sfida sarà cercare di declinarla in una versione light, per essere legittimata a mangiarne a più non posso!

2013.08.20_004

……………………………..

Cheesecake fredda alle more:

Per preparare la cheesecake alle more servono:
200 grammi di biscotti frollini
100 grammi di burro
200 ml panna da montare già zuccherata
450 grammi di philadelphia
50 grammi di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
2 fogli di gelatina
200 grammi di more

2013.08.20_007

Mettete i biscotti in un sacchetto o in un panno di stoffa pulito e riduceteli in briciole sottili con un batticarne o con il mattarello; in alternativa, potete anche passarli nel mixer: scegliete la soluzione che vi è più comoda. Nel frattempo, fate sciogliere il burro a bagnomaria, quindi versate le briciole ed il burro in una terrina ed amalgamate bene.
Foderate uno stampo a cerniera con della carta da forno e versate il composto di briciole e burro sul fondo, cercando di premerlo il più possibile con l’aiuto di un cucchiaio. Mettete quindi in frigorifero per almeno mezz’ora.
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda e nel frattempo, in una terrina capiente, ammorbidite il philadelphia e incorporate lo zucchero setacciato e la vanillina.
Scaldate tre cucchiai di panna in un pentolino senza portare a bollore e aggiungete la gelatina ben strizzata. Mescolate bene, lasciate raffreddare e quindi incorporate alla crema di philadelphia. Montate quindi la panna e incorporatela al composto cremoso, mescolando dal basso verso l’alto per non smontarla.
Versate la crema ottenuta sulla base di biscotti e riponete in frigo per altre tre ore almeno.
Successivamente, lavate le more e mettetene da parte alcune per la decorazione. Versate le restanti in una padellina, insieme a tre cucchiai di zucchero a velo e lasciate cuocere a fuoco molto basso per una decina di minuti, o almeno finché si sarà creata una marmellatina poco densa. Aggiungete zucchero se necessario, quindi versate sopra lo strato di crema. Lasciate riposare per un’altra mezz’ora e quindi servite!

Buon appetito!

2013.08.20_008

Cerchi un altro dolce fresco? Prova la meringata alla frutta, il tiramisù o la zuppa inglese!

20130626-143455.jpg20130408-163207.jpg20130405-014425.jpg

Antipastino estivo: bruschette con philadelphia e pomodorini


Arriva o non arriva la bella stagione? Beh, per farla arrivare almeno sulle nostre tavole, perché non concederci un antipasto sfizioso con dei coloratissimi pomodorini?
Ieri sera, dovendo preparare uno stuzzichino di corsa per rompere la fame finché preparavo la cena, ho preparato delle sfiziose bruschettine con pomodorini e philadelphia. Io ho utilizzato questi due ingredienti, ma ovviamente vale sempre la regola del “metto quello che ho nel frigo”, che ultimamente è una delle mie linee guida!

20130603-230128.jpg

…………………….

Bruschette con philadelphia e pomodorini

Per preparare quattro bruschette servono:
4 fette di pane per bruschetta o 4 fette di pane toscano
100 grammi di philadelphia
100 grammi di pomodorini (ciliegini o datterini)
olio extra vergine di oliva q.b.
sale q.b.
pepe q.b.

Tostate il pane su di una piastra (va bene anche quella per cucinare la carne) o, se volete fare in fretta, nel forno o nel microonde con la funzione grill. Quindi, distribuitevi sopra un cucchiaino di olio di oliva per ciascuna bruschetta. Disponete i pomodorini tagliati a metà che avete preventivamente lavato, salate e pepate a vostro piacere. aggiungete quindi il philadelphia a piccole cucchiaiate ed infornate nel forno caldo a 180° per 5 minuti o nel microonde con funzione crisp per 3 minuti. Io, soprattutto nei giorni in cui vado di fretta, sono una gran fruitrice del microonde… che ve lo dico a fa’?

In un batter d’occhio il vostro antipasto estivo è pronto! Buon appetito!

Risotto con Asparagi Bianchi di Bassano DOP: mon amour!


Qui dalle mie parti, si può dire che la primavera è davvero arrivata, solo quando iniziano a comparire ai bordi delle strade i carretti che vendono fragole ed asparagi. E per asparagi, qui si intendono solo ed esclusivamente gli Asparagi Bianchi di Bassano DOP!
Gli asparagi bianchi, rimangono tali in quanto vengono ricoperti da teli neri affinché, non ricevendo luce, non venga attivata la fotosintesi clorofilliana che li renderebbe verdi.

Dismessi i panni del Piero Angela della situazione, eccomi ora, nei panni dell’aspirante cuoca pasticciona a spiegarvi come preparo il mio prelibato risotto agli Asparagi Bianchi di Bassano D.O.P. Devo ammettere che è uno dei miei piatti preferiti!

20130515-134820.jpg

…………………………

Risotto agli Asparagi Bianchi di Bassano DOP

Per 4 persone occorrono:
500 grammi di asparagi
mezzo bicchiere di vino bianco
320 grammi di riso
250 ml di brodo vegetale
mezzo cucchiaino di Philadelphia
un quarto di cipolla non troppo grande
olio extravergine d’oliva q.b.

Lessate gli asparagi nella pentola a pressione, facendoli cuocere per 15-20 minuti. Quindi estraeteli dalla pentola a pressione e lasciateli raffreddare.
Nel frattempo, pulite e sminuzzate la cipolla. Fatela quindi soffriggere con un filo di olio extravergine d’oliva.
Tagliate gli asparagi a pezzettini piccoli e fateli saltare nel soffritto di cipolla per qualche minuto.
Aggiungete quindi il riso ed il brodo vegetale. Iniziate a cuocere, mescolando continuamente e sfumando l’acqua di volta in volta, non appena si consuma. A metà cottura, versate mezzo bicchiere di vino bianco (non troppo secco: io ho utilizzato il verduzzo) e lasciatelo sfumare, sempre mescolando. Continuate la cottura aggiungendo, poco alla volta, il brodo.
Terminata la cottura, fate mantecare con mezzo cucchiaino di Philadelphia (poco poco, altrimenti coprirà il sapore degli asparagi). Se siete più tradizionalisti, sostituitelo con del burro: io di solito evito, per mantenere basso il livello di colesterolo!
Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo al contest “Gli Asparagi” di The Little Pots:

Stampa

Riccioli di sfoglia alle erbette: l’appetizer creativo!


Vi ricordate dei miei mini croissant di pasta sfoglia allo speck?
Anche per questa ricetta, l’ispirazione mi è venuta direttamente al supermercato, di fronte al banco frigo! Mi sono fatta incuriosire dalle mini-porzioni di Philadelphia Fantasie e ho pensato di abbinarle alla mia tanto amata pasta sfoglia già pronta… Perdonatemi, non sono una cuoca, ma semplicemente un’appassionata di cucina e poi… anche il pluripremiato Gordon Ramsey ha ammesso di utilizzarla!
Per la serie poca-spesa-tanta-resa, quindi, ecco un’altra idea super veloce per preparare un gustoso stuzzichino da accompagnare all’aperitivo! Per chi, come me, litiga in continuazione con il tempo!

20130223-094530

………………………………………………………….

Riccioli di sfoglia alle erbette:

Per preparare una ventina di riccioli di sfoglia occorrono:
1 confezione di pasta sfoglia pronta rettangolare (è sicuramente il metodo più veloce e sicuro)
1 confezione da 9 mono-porzioni di Philadelphia alle erbette

Il procedimento è estremamente semplice e veloce. Quindi, innanzitutto, accendete il forno a 180° così al termine della preparazione sarà già caldo.
Aprite le mini-porzioni di Philadelphia e ammorbidite il formaggio in una piccola terrina. Stendete quindi la pasta sfoglia e spalmate il Philadelphia su tutta la superficie della pasta sfoglia. Tagliate il rotolino a fette dello spessore di circa 1,5 cm. Utilizzate un coltello molto affilato e cercate di non premere troppo, altrimenti la pasta sfoglia sarà schiacciata. Adagiate i rotolini sulla leccarda del forno (se preferite, dopo avervi appoggiato anche un foglio di carta da forno, così da non dover poi lavare la leccarda), infornate e cucinate per 20 minuti circa o comunque quando iniziano a diventare gonfi e dorati.
Sfornate e lasciate raffreddare. Prima di servirli, se preferite, potete nuovamente riscaldarli un pochino nel forno.

Già fatto! Avete visto con che velocità siamo riuscite a creare il nostro appetizer creativo?