Ricetta svuota-frigo a basso tasso di impegno: torta salata con zucchine e pancetta


E’ un bel po’ che non pubblico ricette… le grandi abbuffate delle feste mi hanno lasciato con qualche chilo in più e, di conseguenza, una gran voglia di cibi semplici, leggeri e che non richiedano tanto tempo nella preparazione.
Tra i miei piatti preferiti, quando ho poco tempo e poca voglia di mettermi ai fornelli, ci sono le torte salate con una base di pasta sfoglia (che compro al supermercato e tengo sempre pronta in frigo). Spesso, tra l’altro, possono essere anche un buon metodo per svuotare il frigorifero!

……………………………….

Torta salata con zucchine e pancetta:

Per preparare una torta salata per 6 persone occorrono:
un rotolo di pasta sfoglia pronta, meglio se già rotonda
una fetta di pancetta spessa (meglio se affumicata)
un paio di zucchine medie
un uovo
50 grammi di parmigiano reggiano grattugiato
100 grammi di formaggio Asiago (o fontina)
sale q.b.
pepe q.b.
olio evo q.b.

Lavate le zucchine e tagliatele a dadini di circa un centimetro di lato. Fatele cuocere in padella con un paio di cucchiai di olio evo, dopo aver aggiustato di sale e pepe a piacere. In alternativa, per rimanere più leggeri, potete anche grigliarle. Nel frattempo, tagliate la pancetta ed il formaggio Asiago a cubetti.
Disponete la pasta sfoglia sulla tortiera e bucherellatene il fondo (in questo modo, durante la cottura, non si gonfierà eccessivamente). Versateci dentro i cubetti di pancetta e di Asiago e le zucchine.
Sbattete un uovo ed amalgamatelo bene con il parmigiano grattugiato, quindi versatelo all’interno della torta.
Infornate quindi a 180° per 25-30 minuti. Lasciatela intiepidire e servitela.
Adoro questa torta salata sia come secondo sia come antipasto!

Buon appetito!

Parmigiano Reggiano: ad un anno dal terremoto, caseifici aperti per dire “grazie”


Ad un anno dal terribile terremoto che ha colpito l’Emilia, il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano vuole ringraziare gli italiani per l’aiuto ricevuto. Per questo motivo, nei weekend del 25-26 maggio e 1-2 giugno 2013, i Caseifici apriranno le loro porte a chiunque sia interessato a vedere i frutti della ricostruzione, partecipare a visite guidate ed effettuare nuovi acquisti solidali.

Parmigiano_reggiano

Non a caso, l’iniziativa è intitolata Aperti per dire grazie. L’elenco dei caseifici aderenti all’iniziativa è disponibile sul sito del Consorzio.

SmartCooking: riscopri, ricicla, riutilizza!


Solitamente, quando sono a casa da sola, tendo ad improvvisare dei piatti veloci, spesso utilizzando ciò che trovo nel frigo. Vi è mai capitato?

Questo è in sostanza il principio ispiratore dello SmartCooking, una tendenza innovativa ispirata alle buone abitudini, che punta ad una maggiore valorizzazione del cibo, attraverso la riduzione degli sprechi e il riutilizzo degli avanzi.
Parmigiano Reggiano si è fatto paladino di questa buona causa (che in tempo di crisi è pure estremamente attuale) ed ha indetto un concorso tra i foodblogger. Scopo del contest è sensibilizzare il pubblico sulla possibilità di creare ricette nuove ed indubbiamente appetibili a partire da ingredienti “riciclati”. Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale.

Qui sotto, vi riporto il decalogo dell’interessante iniziativa:

20130514-184506.jpg
20130514-184519.jpg

La ricetta che vi propongo, con la quale partecipo al contest, è nata da una serata solitaria, nella quale pure il frigorifero si presentava alquanto solitario… Mezza zucchina e una paio di fette di pancetta, avanzate dalla preparazione degli involtini del giorno prima: di certo non bastavano per confezionare una cena, anche se informale, veloce e solitaria. Ho quindi deciso di mettermi ad impastare ed utilizzare questi ingredienti per farne dei muffin salati.

20130515-134422.jpg

…………………….

Muffin “Smart” con zucchine, pancetta e parmigiano

Per preparare 4 muffin grandi servono:
mezza zucchina
un paio di fette di pancetta
125 grammi di farina 00
75 ml di latte
1 uovo
20 grammi di burro
100 grammi di parmigiano grattugiato
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaino e mezzo di lievito di birra
1 pizzico di zucchero
noce moscata q.b.
un pizzico di pepe
olio extra vergine d’oliva q.b.

Tagliate le zucchine a rondelle sottili e mettetele a soffriggere in una padella con un filo di olio extravergine d’oliva. Salate e pepate a piacere. Quindi coprite con un coperchio e lasciatele cuocere nella loro acqua per una decina di minuti.
Nel frattempo, in una terrina sbattete l’uovo con il latte ed il burro sciolto. In un’altra terrina, come al solito, miscelate gli ingredienti solidi: farina setacciata, parmigiano reggiano grattugiato, mezzo cucchiaino di sale, un cucchiaino e mezzo di lievito di birra (circa mezza bustina) e un pizzico di zucchero. Unite quindi i due composti e mescolate lentamente, onde evitare la comparsa di grumi.
Frullate quindi le zucchine ed unitele all’impasto, assieme alla pancetta ridotta a piccoli cubetti (o straccetti, a seconda dello spessore delle fette).
Versate il composto negli stampini per muffin precedentemente imburrati e cospargete con un altro cucchiaino di parmigiano grattugiato ed una spolveratina di noce moscata (io che apprezzo, solitamente abbondo!).
Infornate per 40 minuti a 190°.

In perfetto stile SmartCooking, essendo 4 muffin molto più che sufficienti per una cena, me ne sono pure conservati un paio per il giorno successivo: vi assicuro che freddi sono ancora più buoni!

Se manca il pane? Muffin!


Son stata presa dalla febbre dei muffin, perdonatemi! Non ho mai fatto un muffin in vita mia, fino a qualche mese fa e ora… non riesco a smettere!
Sono così facili e veloci da preparare, oltre al fatto che, presentati a tavola, fanno sempre una gran bella figura, che ormai li sto facendo ogni volta che mi vien voglia di impastare!
Sabato scorso, non sapendo come impegnare una mezz’ora del mio tempo libero (come se non avessi avuto altro da fare…), mi sono cimentata nell’ennesimo esperimento in cucina: muffin con quello che avevo nel frigo, ovvero nulla!

Eppure ne è uscito qualcosa di molto buono, davvero! Ho fatto dei semplici muffin salati, come nella ricetta dei muffin al radicchio di qualche giorno fa, e ho aggiunto grana e noce moscata a volontà. Il risultato finale è un muffin dal sapore delicato, ottimo per accompagnare salumi o formaggi. Ora che ci penso, la prossima volta potrei tagliarli a fettine ed accompagnarli con del prosciutto crudo come se fossero dei mini-sandwich da servire all’aperitivo!

Volete provare a cucinarli anche voi? Leggete sotto come ho fatto!

20130316-161642.jpg

……………………………..

Muffin-panini aromatizzati con parmigiano e noce moscata

Per preparare 4 muffin medi ho utilizzato:
125 grammi di farina 00
100 ml di latte
1 uovo
25 grammi di burro
100 grammi di parmigiano grattugiato
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaino e mezzo di lievito di birra
1 pizzico di zucchero
noce moscata q.b.
un pizzico di pepe

Come sempre, miscelate separatamente ingredienti solidi ed ingredienti liquidi: in una terrina quindi sbattete l’uovo con il latte e il burro sciolto, mentre nell’altra mescolate la farina, il parmigiano reggiano grattugiato, mezzo cucchiaino di sale, un cucchiaino e mezzo di lievito di birra (circa mezza bustina) e un pizzico di zucchero (per “attivare” il lievito).
Unite quindi i due composti e mescolate lentamente, onde evitare la comparsa di grumi.
Versate il composto negli stampini per muffin precedentemente imburrati e cospargete con un cucchiaino di parmigiano grattugiato ed una spolveratina (anche abbondante, se vi piace) di noce moscata.
Infornate per 40 minuti a 190°. Al termine della cottura, fate comunque sempre la prova dello stuzzicadenti per essere sicuri che si siano cotti a puntino.
Lasciateli intiepidire e quindi toglieteli dallo stampino molto delicatamente.

Buon appetito!