Una fetta di meringata alla frutta per sfuggire al caldo estivo!


Sin da quando ero bambina, uno dei miei dolci estivi preferiti è sicuramente la meringata. Ora che sono “grande”, mi piace ancora di più perché…
è semplice e versatile: si può preparare in tantissimi gusti, con quello che si trova in frigorifero o nel freezer!
è fresca: ma chi ce lo fa fare di accendere il forno con questo caldo?
è veloce da preparare: così abbiamo più tempo per uscire e metterci a prendere il sole!

Vi propongo qui la mia versione alla frutta, ancora più buona in estate!

20130626-143455.jpg

………………………

Meringata alla frutta

Per preparare una meringata per 8-10 persone occorrono:
200 ml di panna da montare già zuccherata
500 grammi di gelato fiordilatte
2 meringhe grandi (io le prendo in panificio: sono molto più buone di quelle industriali che si trovano al supermercato)
100 grammi di fragole
2 pesche o noci-pesche
2 kiwi
alcune meringhe piccole opzionali per la decorazione

Sbriciolate le due meringhe grandi, avvolgendole in un canovaccio e pestandole con un mattarello o un batticarne. Questo è anche un ottimo rimedio antistress! Ricoprite uno stampo con la carta da forno e posizionate metà delle meringhe sbriciolate sul fondo.
Montate la panna finché sarà ben ferma e versatela sopra le meringhe. Togliete il gelato dal freezer e lasciatelo ammorbidire. Nel frattempo, pulite e tagliate le fragole e i kiwi a cubetti piccoli e le pesche a fettine sottili, quindi disponete la frutta sopra la panna.
Mettete il gelato in una terrina e mescolate energicamente con un cucchiaio, finché sarà diventato ben cremoso. Versatelo sopra lo strato di frutta e livellatelo in modo che la superficie sia abbastanza liscia. Versatevi sopra le restanti meringhe sbriciolate ed, eventualmente, anche le meringhette piccole per decorazione. In alternativa, potete decorare con un della frutta.
Mettete quindi in freezer per almeno 3 ore. Mezz’ora prima di servirla, tiratela fuori dal freezer.

Con questa ricetta partecipo al contest Dolci Freschi di Vale cucina e fantasia:

contest-v

Meraviglia di Primavera: il mio tiramisù alle fragole!


Causa festeggiamenti vari per il mio compleanno, ho trascorso un weekend impegnativo, durante il quale ho avuto modo anche di spignattare, spignattare e spignattare… Motivo della mia assenza dal blog! Ma eccomi qui pronta a rimediare con una deliziosa ricettina, che virtualmente vi offro per poter festeggiare con me!
E visto che ci siamo, prendo due piccioni con una fava e ne approfitto pure per partecipare al simpatico contest di primavera al quale sono stata invitata da Sally e Lilla!

Per dare il benvenuto alla primavera
vi propongo una ricetta da pasticcera.
Ecco a voi il mio tiramisù di fragole e crema:
preparatevi ad assaggiare questa bontà suprema!

20130408-162924.jpg

……………………………..

Mini-porzioni di tiramisù di fragole

Per preparare 6-8 mono-porzioni occorrono:
2 uova
6 cucchiai di zucchero
250 grammi di mascarpone
succo di un limone
250 grammi di fragole
2-3 confezioni di Pavesini

Lavate le fragole e tenetene da parte 12-16 non troppo grandi per la decorazione. Private le rimanenti fragole delle foglie e tagliatele a pezzettini. Ponetele in una ciotola con 2 cucchiai di zucchero, il succo di mezzo limone e mezzo bicchiere d’acqua. Mettete la ciotola in frigo e lasciate passare almeno 3-4 ore.
Nel frattempo, preparate la crema al mascarpone sbattendo i due tuorli con 4 cucchiai di zucchero, finché non otterrete un composto chiaro e schiumoso. Aggiungete, poco alla volta, il mascarpone, mescolando con attenzione ed eliminando eventuali grumi. Unite quindi il succo del rimanente mezzo limone.
Montate a neve ferma gli albumi e quindi incorporateli al composto, mescolando con cautela dal basso verso l’alto, in modo che gli albumi non si smontino.
Togliete dal frigorifero le fragole e sgocciolatele, conservando lo sciroppo che si è creato. Frullate quindi le fragole, fino ad ottenere una crema.
Inzuppate quindi i Pavesini nello sciroppo di fragole (se necessario, allungatelo con un po’ di acqua o vino bianco) e utilizzateli per foderare il fondo delle coppette. Versate quindi una cucchiaiata di crema di fragole e ricoprite con la crema al mascarpone.
Decorate infine con le fragole rimaste: so di per certo che avrete più fantasia di me!

Con questa ricetta partecipo al contest Meraviglia di Primavera:

s0212858

Abbinamenti inaspettati: Risotto con fragole e gamberi!


Come preannunciato nel mio ultimo post, ieri mi sono dedicata alla preparazione del pranzetto a sorpresa per il compleanno della mia mamma.

Il piatto principale era il risotto con fragole e gamberi. Dovete sapere che solitamente i risotti sono il mio piatto forte. Questa volta, però, l’impresa non era affatto facile per me, vista la mia totale assenza di esperienza nel cucinare il pesce! Come se non bastasse poi, non avevo una vera e propria ricetta, ma era un piatto che avevo assaggiato al ristorante. Mi sono quindi dovuta arrangiare facendo affidamento sul mio intuito culinario… Ero già pronta ad ammettere la sconfitta!
Fortunatamente invece il risotto ha riscosso un grandissimo successo (a mio avviso era forse addirittura migliore rispetto a quello assaggiato al ristorante…), quindi eccomi qui a raccontarvi come l’ho preparato! Ecco, non è la ricetta più veloce del mondo (soprattutto la pulitura dei gamberi mi ha portato via un bel po’ di tempo), ma il risultato è assicurato!

E se siete scettici in merito ad aggiungere un ingrediente così dolce, come le fragole, ad un piatto tradizionalmente salato, dovrete ricredervi! Provatelo e fatemi sapere! Buon appetito!

IMG_3902[1]

………………………………

Risotto con fragole e mazzancolle

Ingredienti per 4 persone:

250 grammi di mazzancolle (io ho utilizzato quelle surgelate)
4 fragole grandi + 4 più piccole da utilizzare per la decorazione
un bicchiere di vino bianco
320 grammi di riso
uno spicchio d’aglio
250 ml di brodo vegetale
cipolla q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.

Scongelate i gamberi e lavateli sotto l’acqua corrente. Sgusciateli completamente, ad eccezione di 8-12 gamberi da utilizzare come guarnizione: per questi ultimi, togliete il guscio ad eccezione della parte terminale e della coda.
Nel frattempo, in una padella fate dorare uno spicchio d’aglio con 2-3 cucchiai di olio d’oliva, quindi togliete lo spicchio d’aglio e lasciate raffreddare l’olio. Fate saltare in padella i gamberetti (sia quelli completamente sgusciati, sia quelli con la coda per la decorazione) per un paio di minuti e quindi sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (nella preparazione originale avevano utilizzato il prosecco, mentre io a casa ho utilizzato del verduzzo, leggermente meno secco).
Nel frattempo, in una pentola a parte fate soffriggere un po’ di cipolla in un filo di olio d’oliva. Sminuzzate quindi 4 grandi fragole e fatele soffriggere assieme alla cipolla. Aggiungete quindi il riso, i gamberi (solo quelli totalmente sgusciati, gli altri conservateli nella padella) ed un mestolo di brodo.
Cuocete a fuoco lento, aggiungendo il brodo a mano a mano che evapora. A metà cottura circa, aggiungete il rimanente mezzo bicchiere di vino e sfumate.
Completate la cottura, mescolando continuamente.
Servite decorando con i gamberi con la coda che avevate lasciato da parte e una fragola tagliata a metà.
Assaggiate e… preparatevi a leccarvi i baffi!

IMG_3907[1]

Work in progress…


Domani sarà il compleanno della mia mamma… Come regalo, le sto organizzando per oggi un pranzo a sorpresa per festeggiarla.

Ho deciso che copierò un piatto assaggiato venerdì sera al ristorante: risotto con code di gambero, fragole e prosecco.
Quello che ho assaggiato al ristorante era superbo, vediamo cosa sarò in grado di pasticciare io…
Per me è una gran bella sfida, considerando che non ho mai cucinato pesce in vita mia, ad eccezione dei bastoncini di merluzzo e dei filetti di platessa surgelati! Ma d’altronde, non sono una cuoca ma solo un’appassionata di cucina con il vizio della sperimentazione…

E voi, fate il tifo per me?

20130309-012528.jpg