Felice 2016!


Il 2015 è stato per me un anno ricco di cambiamenti, che mi hanno lasciato poco tempo per dedicarmi alla cucina e al mio blog… ma presto tornerò con nuove ricette e soprattutto tanta voglia di mettermi in gioco!

Buon 2016 a tutti voi che continuate a leggermi! Un grande abbraccio! A presto! 🙂

…………………………

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 21.000 volte in 2015. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 8 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Annunci

Un po’ di autoironia!


Ebbenesì, sono stata beccata anche io! Qualche giorno fa, sbirciando su twitter mi sono imbattuta nella mia torta in tazza da fare nel microonde… Incuriosita per tanta popolarità, sono andata subito a cercare la fonte e ho trovato un divertentissimo blog per foodblogger autoironici chiamato Orrori da mangiare, che raccoglie il peggio dei blog di cucina!

Anche se inizialmente non mi è sembrato un post lusinghiero, mi sono lasciata incuriosire dal blog e mi sono fatta delle grosse risate! Il blog invita foodblogger e non a non prendersi troppo sul serio, quando invece spesso si da troppa importanza a stupire piuttosto che a mangiare dei piatti “commestibili”!
… ed, in ogni caso, come diceva Oscar Wilde, “bene o male, l’importante è che se ne parli”! O no?!?

Sono quindi orgogliosa di potermi fregiare del bollino di Blogger autoironica!

bollino-orrori-da-mangiare

Se vi siete persi la mia ricetta della torta in tazza, la trovate qui.

1531682_661049017293445_887157082_n

PS. Date un’occhiata ai vari orrori da mangiare: la mia torta non è proprio la peggiore… vero?

Orgogliosamente… Bloggallina!


Scopro solo oggi, con mia grande gioia, di essere entrata a far parte della community delle Bloggalline!

Ma chi sono le Bloggalline? Per spiegarvelo, vi riporto la descrizione ufficiale che appare sul Blog (non riesco a descriverle con parole migliori…):

Le bloggalline sono donne, mamme, ragazze, giovani donne, nonne.
Sposate, sole, in compagnia, separate, in attesa. Manager, casalinghe, pensionate, mamme a tempo pieno, avvocati, impiegate, studentesse, redattrici, inoccupate. Sportive, classiche, eleganti, giovanili, alla moda, sexy, ribelli. Belle come non lo immaginavi, simpatiche più di come immaginavi.
Timide, estroverse, dei vulcani di energia, insicure, discrete, confidenti, amiche. Forti là dove non lo aspettavi, bisognose di attenzioni, ferme non si abbattono di fronte agli scherzi del destino, in cerca di supporto. Sanno dirti le parole giuste, ascoltare, rialzarsi dopo una brutta caduta, confrontarsi, dire basta, mettersi in gioco. Apprezzano le bellezze del mondo e della vita, riflettono davanti alle cose brutte.
Non cedono all’età, al mondo, agli eventi. Fanno tesoro dei momenti speciali, sono sincere, cercano l’armonia. Condividono la gioia e il dolore senza chiedere nulla in cambio, solamente perché vogliono. Amano, scherzano, si scoprono nei punti deboli per farsi accarezzare dalle parole dolci di un’amica. Gioiscono come se il successo fosse il loro. Raccontano come se ti avessero voluto lì con te. Si informano come se ti conoscessero da sempre.

Questo è il loro (anzi, ormai nostro) codice etico, che sottoscrivo in pieno:

1. Per noi, onestà, responsabilità e rispetto sono valori primari quando scriviamo sui nostri blog.
Siamo consapevoli che operiamo nell’ambito di uno spazio virtuale, accessibile ad ogni tipo di utenza e, per tale motivo, ci assumiamo la responsabilità del contenuto pubblicato sui nostri blog.
2. Siamo aperti alla condivisione e contrari al plagio. Se prendiamo spunto da un blog / autore, attendiamo l’autorizzazione di quest’ultimo ovvero citiamo sempre la relativa fonte (con espressa menzione del blog e con l’url di riferimento).
3. Promuoviamo le condivisioni, le sinergie e le relazioni tra bloggers. Facciamo tesoro delle informazioni e nozioni acquisite nel corso delle nostre esperienze personali ma abbiamo anche rispetto per le persone che svolgono con serietà e professionalità le attività correlate alla nostra passione (chef, sommeliers, giornalisti, scrittori, etc). Siamo contrari alle espressioni offensive e diffamatorie della onorabilità e reputabilità altrui.
4. Scegliamo liberamente di provare prodotti e servizi proposti dalle aziende, nel rispetto della nostra etica personale: se la proposta non è valida, ci riserviamo di scrivere alla proponente. Se ci viene richiesto di esercitare un’attività in loro favore o di inserire pubblicità nei nostri spazi, ci riserviamo di valutarne l’opportunità e la congruenza del compenso, sempre coerentemente con la scelta etica dei nostri blog e nel rispetto degli obblighi fiscali e tributari dello Stato.
5. Se abbiamo un foodblog, condividiamo i valori della salvaguardia dell’ambiente, della stagionalità dei prodotti, dell’attenzione verso il riciclo e il riutilizzo e promuoviamo l’eco-sostenibilità.

Ringrazio le Bloggalline per avermi accolta nella loro grande famiglia!

logo-ufficiale

Versatile blogger award: grazie mille a tutte le mie amiche di blog!


E’ da molto tempo che devo ringraziare le mie amiche di blog… Ho accumulato un numero considerevole di nominations al Versatile Blogger Award, premio che viene assegnato a quei blog “che ti rendono migliore la giornata”!

the-versatile-blogger-award

Sono felice di aver reso migliore la giornata di alcuni di voi, quindi… Grazie grazie grazie! Sono onorata non solo di questo premio, ma anche e soprattutto dalle vostre visite, dai vostri commenti e dai vostri Mi piace, che mi dimostrano come questa mia passione sia condivisa da così tante belle persone! Scrivere su questo blog mi fa sentire parte di un’accogliente cerchia di amici! Grazie a tutte (e a tutti)!

Eccomi quindi a ringraziare, in particolare, Petit Mignon Deux-FashionBlog, Il Blog di Ila B., Buccia di arancia, Zuccherando, Le cosine buone, Le ricette di PaolinaLa cucina di Mafalda e Generazioni in cucina!

Spero di non essermi dimenticata di nessuno… In caso contrario, sentitevi liberi di rimproverarmi pubblicamente qui sotto!

Le regole del premio sono:

  • incollare il logo “The Versatile Blogger Award” sul blog
  • ringraziare il blogger (o i blogger) da cui si è ricevuta la nomination
  • scrivere 7 caratteristiche personali
  • decretare 15 altri nominati

Voglio esentarmi dall’ultima regola: personalmente non vorrei che nessuno si sentisse offeso dalla mia scelta, quindi giro questo premio a chi mi ha nominato ma anche a chiunque passasse di qua e leggesse quello che scrivo!

Eccomi quindi a raccontarvi sette cose su di me…
1. Ho iniziato a scrivere questo blog per tener nota delle mie ricette
2. Mi è sempre piaciuto pasticciare in cucina
3. Vado matta per il cioccolato fondente… questa non la sapevate, eh?
4. La mia seconda passione più grande è la musica
5. Non so cucinare le bistecche: mi escono insapori… non ho ancora capito il perché…
6. Prima o poi acquisterò una reflex e inizierò a postare foto decenti, abbiate speranza!
7. Mi chiedo spesso come mai ci siano tante persone che trovano interessante ciò che dico…

Chiuso per ferie?


Vi sono mancata un pochino?

Altro che chiuso per ferie!!! Cookinlove riapre per ferie!
Dopo le ultime fatiche lavorative pre-vacanze, presto ritornerò con tanti nuovi post, ricette, consigli vari…

Nel frattempo sto riprendendo possesso del mestolo! Eccomi all’opera: oggi si prepara la conserva di pomodoro fatta con gli ottimi pomodori dell’orto… Nel frattempo cerco di studiare una tecnologia che vi permetta di sentirne il profumino…

Presto sui vostri schermi! Rimanete sintonizzati!

20130802-140728.jpg

Digital food days: appuntamento a Padova presso la Campionaria


Anche Padova prende parte ai Digital Food Days, con un appuntamento nell’ambito dello spazio Show Cooking della Fiera Campionaria. Uno spazio speciale riservato agli aspiranti food blogger sarà dedicato domani (giovedì 16 maggio presso il padiglione n.3), quando lo chef Massimo Biale del ristorante “Ai Navigli”, la digital guru Marika Vittadello, la digital writer Silvia Pittarello e il fotografo Roberto Rossi dispenseranno consigli su chi voglia avvicinarsi al mondo dei “fornelli digitali”.

campionaria

Ma che cosa sono i Digital Food Days? E’ un’iniziativa nata come appendice del Digital Festival (che parte da Torino ma prevede eventi su tutto il territorio nazionale) con lo scopo di approfondire come il mondo digitale sta modificando le abitudini delle persone. Nello specifico, durante i Digital Food Days si analizzerà il rapporto tra tecnologia, alimentazione, cibo e tavola. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Gnammo, la piattaforma di Social Eating grazie alla quale chiunque può condividere con nuovi amici la propria abilità ai fornelli o la passione per il cibo.

Un capolavoro di dessert!


Se siete appassionati di arte e di cucina, non potete perdervi la galleria di immagini di Repubblica.it.

Caitlin Freeman, fotografa, è autrice del libro “Modern Art Dessert”, opera fotografica nella quale traduce capolavori dell’arte moderna in prelibatezze per il palato. Se siete a San Francisco, al Blue Bottle Coffee Bar (all’interno del SFMoMa) è addirittura possibile assaggiare queste opere d’arte per gli occhi e per la gola!

Nell’immagine che vedete qui sotto, una torta ispirata ad un quadro di Mondrian.

mondrianImmagine tratta da “Modern Art Dessert”