Cozze alla birra belga: anche fuori dall’Italia si può mangiare bene!


Trovandovi a Bruxelles per lavoro o per piacere, una cena Chez Léon è d’obbligo.
A testimonianza di questo, fuori dal locale c’è sempre la coda, quindi vi conviene prenotare in anticipo oppure rassegnarvi ad aspettare, ma credetemi che vale l’attesa!

p1014850

Il piatto forte di questo locale sono le moules et frites, ovvero cozze con le patatine fritte. Anche se possono sembrare un abbinamento azzardato, avrete da ricredervi!

Io ci sono stata tra il 2009 e il 2010, in occasione di un breve viaggio per festeggiare il Capodanno. La famosa guida Lonely Planet consigliava Chez Léon come uno dei ristoranti da provare e noi non ce lo siamo lasciati scappare!
Ovviamente abbiamo ordinato il piatto principe della casa: moules et frites. Non aspettatevi un menu light: le cozze sguazzano in un intingolo a base di burro, mentre le patatine sembrano fritte direttamente nel lardo. Però per una volta si può fare, no?
Il tutto ovviamente accompagnato da dell’ottima birra belga. Nel locale trovate la Maes, che in Belgio è la comune birra alla spina, oppure potete ordinare la birra Léon.
Con circa 20 euro a testa, avrete una cenetta da re!

Per chi volesse fare un giro, ecco l’indirizzo e i contatti:

Chez Leon
18, rue des Bouchers
Bruxelles (Belgio)
tel: +32 (0)2 511 14 15
web: www.chezleon.be

img_1067

In questi giorni di vacanza, ho voluto riprovare a casa a cucinare questo piatto succulento (cercando però di ridurre la quantità di grassi…). Sbirciando qua e là su internet ho trovato questa ricetta, che poi ho riadattato. Ecco come ho fatto!

20130827-092943

……………………….

Cozze alla birra belga

Per preparare 4 porzioni di cozze ho utilizzato:
2 kg di cozze
50 grammi di burro
500 ml di birra blanche, meglio se belga
2 coste di sedano
mezza cipolla di medie dimensioni
1 lime
pepe q.b.

Innanzitutto, lavate accuratamente le cozze, privandole della barbetta e raschiando via le impurità con l’apposita spazzolina oppure con una paglietta in ferro. Scartate le cozze che sono rotte e quelle già molto aperte, in quanto morte e potenzialmente tossiche. Riconoscerete le cozze vive anche se aperte (di poco), in quanto passandole sotto l’acqua fredda si chiuderanno da sole.
Lavate quindi il sedano, togliete i filamenti e tagliatelo a listarelle fini. Lavate anche la cipolla e tagliatela a fettine sottili. Sciogliete il burro a fiamma lenta sul fuoco e quindi aggiungete sedano, cipolla e un po’ di pepe.
Fate cuocere per qualche minuto, quindi aggiungete il succo del lime e la birra. Nella ricetta originale, veniva aggiunta anche la scorzetta del lime: non avendone però trovati di non trattati, ho preferito ometterla.
Lasciate cuocere altri cinque minuti a fiamma vivace, finché il sugo si sarà ristretto. Versate quindi le cozze, coprite la pentola e cuocete a fuoco vivace (ma non troppo) per una quindicina di minuti, mescolando di tanto in tanto.
Servite le cozze con il sughetto che si sarà formato durante la cottura.
Accompagnate le cozze con patatine fritte e crostini di pane, da intingere nell’ottimo sughetto!

Il vostro delizioso piatto belga è già pronto! Buon appetito!

20130827-092958

Annunci

8 thoughts on “Cozze alla birra belga: anche fuori dall’Italia si può mangiare bene!

  1. Ciao, proprio oggi ho postato la ricetta di una zuppetta di cozze e nell’introduzione cito tra le altre le moules à la bière e à la crème, che devono essere più o meno come quelle belghe da cui hai tratto lo spunto tu e che sono veramente squisite.

  2. Bentornata 🙂
    da Chez Léon ci sono stata appositamente per gustare le moules frites, che libidine.
    Preparo spesso la ricetta ……. che viene divorata, anche i gusci delle cozze 😉
    buon settembre
    Sally

    • Ciao Sally! Grazie mille! A dire il vero sono stata un po’ latitante da questo ultimo post… devo rimediare! 🙂
      Bentornata anche a te!
      Io abbondo sempre con la birra, in modo che venga fuori un bel po’ di sughetto dove intingere le patatine… E non ci si alza da tavola finché il sugo non è stato prosciugato! 🙂
      A presto!
      Ilenia 😉

    • Ciao e benvenuti! Ho fatto un giro nel vostro blog e mi piace davvero un sacco. Diciamo che abbiamo già due interessi in comune: il cibo e i viaggi! 🙂
      A presto!
      Ilenia

      PS. Aspetto un feedback su come è venuta la ricetta! 😉

  3. Pingback: Bruxelles e la fabbrica del cioccolato! | cookinlove

  4. Pingback: Idee per il menu di San Valentino: non è mai troppo presto per organizzarsi! | cookinlove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...